Informazioni personali

La mia foto
Cucino, dunque sono! Ciao a tutti, mi chiamo Carla ed ho molte passioni, una tra queste è cucinare, adoro sperimentare nuove ricette e migliorarmi giorno dopo giorno. Anche la ricetta più semplice, senza lo spirito giusto puo' diventare complicata; per trovarlo basta avere un po' di pazienza e la voglia di imparare.

giovedì 26 febbraio 2015

Amaretti morbidi

Oggi su richiesta di Antonella vi propongo la ricetta degli amaretti morbidi, sono dei dolcetti davvero semplicissimi da realizzare a base di mandorle e zucchero.
La preparazione dei dolci a base di pasta di mandorle solitamente richiede un tempo di riposo successivo, proprio per dar modo alla pasta di mandorle di asciugarsi e non deformarsi durante la cottura.
Io ho provato la cottura degli amaretti sia dopo una notte di riposo, sia dopo una sola ora di riposo, e devo dire che nel secondo caso gli amaretti non si sono deformati poi così tanto, ed il risultato mi ha veramente soddisfatta anche some consistenza dell'impasto, più soffice e croccante.
Vediamo di seguito come si preparano.....





Procedimento:

  1. vado a tritare in un mixer le mandorle pelate con lo zucchero semolato, metto il tutto in un contenitore e aggiungo l'aroma di mandorla amara, l'aroma di vaniglia e un albume, mescolo con un cucchiaio di legno fino a che il composto non si sarà compattato
  2. metto la pasta di mandorle sul piano di lavoro con dello zucchero a velo e la compatto con le mani, prendo dei piccoli pezzetti di impasto e allargando e stringendo la mano formo delle palline  di 15 gr circa ciascuna, le passo nello zucchero a velo e le dispongo sulla teglia da forno rivestita di carta forno. A questo punto posso farle riposare per una notte intera se voglio degli amaretti più compatti, ma se li gradisco più friabili, anche se si deformeranno leggermente, li andrò ad infornare dopo un ora, in forno statico già caldo a 160° per circa 12 minuti, dovranno risultare leggermente dorati.
di seguito la video ricetta .....







Nessun commento:

Posta un commento