Informazioni personali

La mia foto
Cucino, dunque sono! Ciao a tutti, mi chiamo Carla ed ho molte passioni, una tra queste è cucinare, adoro sperimentare nuove ricette e migliorarmi giorno dopo giorno. Anche la ricetta più semplice, senza lo spirito giusto puo' diventare complicata; per trovarlo basta avere un po' di pazienza e la voglia di imparare.

lunedì 30 marzo 2015

Schiacciata di Pasqua pisana

la Santa Pasqua si avvicina e su richesta di Claudia, vi propongo la schiacciata di Pasqua pisana, si tratta di un pane dolce aromatizzato ai semi di anice e risale alla seconda metà del 1800, le contadine del luogo erano solite prepararla nel periodo della quaresima e la Pasqua. La preparazione è semplicissima, ma lunga,  bisognerà aspettare i tempi di lievitazione tra un impasto e l'altro. Per intenderci se si comincerà la preparazione la mattina si finirà la sera tardi...
vediamo di seguito gli ingredienti e tutte le fasi di preparazione....



Procedimento:
  1. per prima cosa preparo il lievitino, vado a sciogliere il panetto di lievito di birra fresco nel latte tiepido e lo aggiungo alla farina manitoba con un cucchiaino di zucchero. Vado a coprire con la pellicola trasparente e faccio lievitare fino al raddoppiamento del volume.
  2. vado ad unire le due farine in un unico contenitore e preparo il liquore aromatizzato, metto in un contenitore il vin santo, il marsala, i semi di anice, un cucchiaio di zucchero e la scorza di arancia
  3. appena il lievitino è pronto lo metto nel contenitore della planetaria e aggiungo la metà di tutti gli ingredienti che ho a disposizione. Metà dello zucchero, un uovo, metà dell'olio, metà del liquore aromatizzato e metà della farina, lavoro il composto per cinque minuti e come ultimo ingrediente aggiungo il burro morbido a fiocchetti e aspetto che si sia inserito bene all'impasto. Lascio lievitare il composto direttamente nel contenitore della planetaria coperto con della pellicola trasparente, fino al raddoppiamento del volume. Per facilitare la lievitazione è indicato mettere il composto nel forno spento con la luce accesa e con un pentolino di acqua calda, in tal modo l'umidità ed il calore sprigionato aiuteranno la lievitazione.
  4. metto il composto lievitato nel contenitore della planetaria e finisco di inserire tutti gli ingredienti rimasti, come ultimo ingrediente aggiungo il sale ed il burro a fiocchetti. Metto l'impasto sul piano di lavoro aiutandomi con della farina, perchè l'impasto sarà morbido e vado a formare delle pieghe di rinforzo, piegandolo in tre per intenderci, in seguito formo un panetto e lo lascio lievitare ancora fino al raddoppiamento del volume, nel forno spento con la luce accesa
  5. adesso vado ad imburrare oppure ad unger con dell'olio extravergine di oliva uno stampo per panettone del diametro di 18 cm e dell'altezza di 10 cm,  possiamo anche usare delle tortiere con il bordo alto. Vado a disporci l'impasto all'interno a forma di panetto e lo faccio lievitare ancora fino a quando non avrà raggiunto il bordo dello stampo.
  6. Adesso posso infornare in forno caldo, statico,  a 170° per un'ora, trascorsi 15 minuti, metto un foglio di carta di alluminio sopra la schacciata per non farla cuocere troppo in superficie. Trascorsa un'ora vado a testare se la schiacciata è cotta con uno stuzzicadenti da spiedino, se risulta asciutto vado a togliere il dolce, altrimenti se dovesse risultare umido prolungo la cottura di altri 10 minuti. Si serve accompagnata con del vin santo o con il cioccolato delle uova di Pasqua, si conserva diversi giorni negli appositi sacchetti per alimenti
di seguito la video ricetta........






Nessun commento:

Posta un commento